domenica 23 dicembre 2007

Fusi Orari sul prato di casa


Courtesy of Derek


Soundtrack: Petrol_Ash


Due giorni fa.
Esterno sera.
Bergomensis tierra.
del ghiaccio e della dalmine.
Arrivo imbacuccata fino ai denti in quel della stazione convinta di trovarmi le renne e i regali e invece...to'h',
il mio inseparabile amico avvocato.
Gli affido i mattoni in valigia e ci dirigiamo bel belli tronchetti di gelo e paralisi facciale a prenderci una birra a cavallo dei nostri struzzi natalizi.

Dopo aver constatato con sommo
rammarico che ho ragione,
qua fa mooolto piùfreddo che a milanoesco comunque a fumare.

Anzi..esco o non esco?
Lo struzzo aveva già l'accendino in mano
e ricordandomi che non sono Cattelan mi guarda schifato spingendomi fuori.
Mi fa rotolare sulle uova della moglie a mo'di tapis roulant e ci ritroviamo con due lucky in bocca.
Chiacchiera di qui, chiacchiera di là tra amici e relativi struzzi,
e che regalo hai ricevuto?
Io dell'oppio in cambio di un rene,
io un bimbo di due mesi,
io una madre di ottanta chili,
io una vicina rompicoglioni che crede ancora sia una terrorista..
Vedo arrivare sullo sfondo altri amici a cavallo di stendini spaziali mezzo-bavaresi con una pizzetta catrì rotante monociclo al seguito.
Almomento non ci faccio caso credendola un brezel di quart'ordine e continuo a lisciare il pelo sulla capa di Gregorio(ilmio struzzo)che dice che i frisee a causa dell'umidità lo fanno frocia.

Ciacola di qua ciacola di là,
sento un dolore lancinante alle caviglie e giro la testa di 180 gradi per notare che il fantino del monociclo è un piccolo essere sexy deciso ad attirare la mia attenzione anche a costo della violenza fisica tamponandomi.
Dopo essere entrato in collisione col mio corpo mi addenta un polpaccio e-non contento-mi si appende alla gonna a pois che osserva con attenzione scrutante.
"Hey, ciao!"mi fa"buon Natale!Non credere che non ti abbia riconosciuto!"
"A Lei gentile avventore della grotta del presepe 'mbriaco!Mi duole informarLa ma io non riconosco Lei,non almeno in talveste festevole".

Intorno il ciclaeccio continua tra fette di lardo e aliti dellepecore rilassate del venerdì sera.

"Non far finta di niente!Segiumi e smezziamoci un torroncino come non abiamo mai fatto ai vecchi tempi".
Incuriosita e incredula seguo l'omino con gli occhiali e mi dimenticodi tutto,
come se fossi tornata acasa dopo anni di peregrinazione.

Blabla blablau
mi dice che ha capito tutto,
che sa benissimo che c'è stato casino sulla via lattea,che èinutile minasconda dietro la berretta gonfia
e che non aveva il coraggio di mandarmi la lettera pur sapendo dei miei agganci con la redazione e il collega babbo natale.
Tutto con gli occhi a palla sul mondo come un lanciafiamme.
Resto basita,intenerita all'inverosimile.
Gregorio apre l'ombrello per evitare che le piume peggiorino con la caduta delle mie lacrime interiori che spruzzano verso l'alto decolorando la mia berretta ridicola.
Il tizio che ho di fronte/in parte nel frattempo cresce a vista d'occhio e io sono alice che ha mangiato il pezzo giusto della torta...

Prima che me ne renda conto ho già scandito tutto quello che ho intorno, panettone compreso
e mi vien voglia di bere fino alle tre di mattina.
Perfinire a cavallo delle bollicine di birra sulle quali roteiamo come nelle sigle dei cartoni giapponesi di quandoero piccola e meno razzista nei confronti dei maki bipedi.

Lo struzzo mi depone delicatamentye tra le uova della moglie e gli amici mi salutano cortesemente. Ci scambiamo mail di arrivederci con gli altri che mi lascian lì col culo a incavi a decolorarmi e arrossire e contare delle figurine ananas sulla felpa di 'sto bimbo strano.

Abbiamo parlato taaanto,
taaanto che non sapevo più che ore erano nè cosa ci eravamo detti.
Comunque era tardi. Troppo per lui che dopo poco si sarebbe alzato per andare a lavorare in una miniera sull'autostrada a sniffare vernici tutto il giorno seguente e poi sarebbe partito e poi ritornato e poi ripartito. (E poi, spero, ritornato.)

E allora,soloallora
le uova hanno preso il volo nel freddo,
è partita pattypravo che si è accordata di alternarsi ai kings of convenience per dare quell'atmosfera da domenica mattina,
hanno raccolto il monociclo secco e ubriaco e , senza schiudersi nè rompersi, hanno messo le ali alle rotelle e mi hanno fatto trovare sotto
casa mia vecchia con il bimbo in una circonfusione di piume.

Poi il cielo era menonero.
Vedevo più luci e le voci erano una
e ho avuto paura che il regalo fosse quello.
E che se ne sarebbe andato
dopo essersi richiuso velocemente.


Se n'è andato poi.
colmonociclo turbo.
E unpo'dipiume.


Ma sono due giorni che sento solo odore di vernice.
Ovunque.
E sogno l'autostrada, ai lati,
lanotte.

Gregorio, cosa fai a Natale?

2 commenti:

Anonimo ha detto...

...giri della vita e regali insospettabili da persone inaspettate.ma come si fa a regalare un libro fichissimo e un paio di boxer(con un perchè che sappiamo solo in 3...e ci viene da ridere)e ricevere un paio di guanti viola di finto-raso machetistannobeneemiraccomando usali?e come si fa a nn essere tanto assurde da farglieli provare i sopracitati(oddio avessi avuto anke le scarpe tacco 12 di vernice aargggghhhhhh)?chimica,perversione curiosa?dov'ero a quella lezione?xk cazzo ho impiccato quel giorno e ora la sto recuperando vivendo(ke è cmq il modo migliore)?boh...intanto attorno a me,tutti dicono ke è fottutamente di nuovo natale...ed è vero,a volte certe luci,nn solo nn le spegni,ma certi pensieri le fanno sembrare più lucide e brillanti. e se sbircio bene,in quella merda del cielo bergamasco,scorgo il veliero di peterpan e mi sento gigliotigrato.
auguri,trilly ;D,buon fottutissimo natale.baci.b.

insalataconcettuale@hotmail.it ha detto...

ma sull'isola che nn c'è è tornato bennato e hanno distribuito trip senza di me?
Car, lavita da fatina spesso ci costringe a recarci nel sud est asiatico per affari e si devonoskippare incontri, cene e anche lezioni.
Mi sembra che comunque tuti trovi in salute e a cavallo di un ormone più grande di te!
Forse solo ti stai ricordando di essere più capiente?
che non ti bastano mai i tacchi?
attenzione...nel dubbiolucida le punte e affila la vernice...

Ti bacio tantoe spero di riabbracciartipresto mia dolce -sempre più- sex bomb!

ps:nel caso tienili i guanti,si sa mai come regalo di natale arrivasse qualcuno da legare al letto!!se poi scende dal camino o porta le pizze stai solo attenta che abbia più di diciott'anni!
Un bacio e tanta sberluccichina dalle ali da fata befana!!
Ok,ora puoi abbattermi!!!


Stay rude!stay rebel!stay babe!!!!


occhio agli uncini...